Italiano English
Edit History Actions

FONNCompact

Note alla traduzione

Questa traduzione in italiano è eseguita a partire dalla traduzione ufficiale in inglese: The Compact for a Free, Open & Neutral Network (FONN Compact) sul sito di Guifi. Il documento originale è stato consultato per le interpretazioni più difficoltose.

Le porzioni tradotte che presentano potenziali problemi interpretativi sono marcate tra :!:.

Accordo per la Rete Libera, Aperta e Neutrale (FONN Compact)

I Principi generali e sintesi

I principi fondamentali del FONN [(fonn>)] Compact [(compact>)] sono:

  • Hai la libertà di usare la rete per qualsiasi scopo fintanto che ciò non danneggia l'operatività della rete stessa, i diritti degli altri utenti, o il principio della neutralità che consente ai contenuti e ai servizi di fluire senza interferenze deliberate.
  • Hai il diritto di comprendere la rete e i suoi componenti, e di condividere le conoscenze sui suoi meccanismi e principi.
  • Hai il diritto di offrire alla rete servizi e contenuti alle tue condizioni.
  • Hai il diritto di entrare nella rete, e il dovere di estendere questo insieme di diritti a chiunque alle stesse condizioni qui riportate.

II Riguardo questo documento (FONN)

1. Creazione,interpretazione e revisione di questo documento. Un progetto innovativo e dinamico come lo è guifi.net richiede un processo di revisione continuo, agire per adattarsi alle realtà in evoluzione, e migliorare la chiarezza delle /!\ regole in essere /!\ . Poiché questo testo può cambiare nel corso del tempo, e considerato che tutte le versioni vincolano gli utenti ad un insieme di termini e condizioni al momento dell'accettazione, il testo può essere revisionato o modificato solo fintanto che rispetta gli accordi e gli obblighi presi nelle revisioni precedenti:

1.a Una revisione non può alterare i termini e le condizioni che risultano dall'accettazione di una precedente revisione. Una tale modifica richiederebbe una riscrittura e non una semplice revisione. Per implementare una riscrittura, il consenso deve essere espressamente rinnovato

1.b Quando una revisione si occupa di nuova situazioni come quelle che possono riguardare nuove applicazioni o nuove tecnologie, si sottintende che tali aggiornamenti ed estensioni del Compact saranno implicitamente accettati.

1.c Il FONN Compact è una revisione del precedente 'Wireless Commons' che è disponibile per consultazione all'indirizzo http://guifi.net/ComunsSensefils.

1.d Tutte le revisioni del FONN Compact sono archiviate e pubblicate in modo che chiunque possa seguirne il processo di aggiornamento e conoscere le date di rilascio di ciascuna revisione. Se necessario, queste possono essere confrontate con le date di accettazione del Compact per evitare conflitti interpretativi.

1.e Se un partecipante ritiene che una revisione successiva neghi i suoi diritti o modifichi in maniera significativa termini e condizioni precedentemente /!\ accettati /!\ , senza il consenso del partecipante come descritto nel punto II.1.a, è possibile presentare ricorso come descritto nella sezione "Risoluzione dei Conflitti e Giurisdizione".

2. Definizioni

2.a Il FONN Compact ("Comuns de la Xarxa Oberta, Lliure i Neutral", o XOLN in Catalano) è un accordo per le connessioni tra peer che funge da contratto tra ciascun partecipante alla rete nel suo complesso, ed è il medesimo per ogni partecipante alla rete. L'accordo funge simultaneamente da contratto di partecipazione alla rete e da licenza d'uso, diventando una garanzia per i suoi sottoscrittori sui termini e condizioni vigenti, che sono le stesse per tutti. È anche conosciuto come /!\ "commons" o "free network commons" /!\ .

2.b La Rete di Telecomunicazioni Libera, Aperta e Neutrale (la “Xarxa de Telecomunicacions Oberta, Lliure I Neutral” in Catalano) è una infrastruttura comunitaria pubblica di telecomunicazioni regolamentata dai termini e condizioni dello "XLON Compact", che è pubblicamente disponibile, in una maniera tale da espandersi ogni volta che nuovi partecipanti entrano a farne parte. Attraverso la rete i partecipanti ottengono e contemporaneamente forniscono servizi di comunicazione elettronica col resto dei partecipanti, direttamente o attraverso l'interconnessione con altre reti.

In questo documento il termine "la rete" si riferisce alla Rete di Telecomunicazioni Libera, Aperta e Neutrale, così definita perché:

  • è aperta perché è universalmente aperta alla partecipazione da parte di chiunque senza alcun tipo di esclusione o discriminazione, e perché ne viene sempre dettagliato il suo funzionamento e i suoi componenti, consentendo così a tutti di migliorarla.

  • è libera perché chiunque la può utilizzare per qualsiasi scopo e goderne come previsto nelle libertà elencate nella sezione "Principi Generali", indipendentemente dal suo grado di partecipazione nella rete.

  • è neutrale perché la rete è indipendente dai suoi contenuti, che non vengono influenzati dalla rete, dove possono liberamente circolare; gli utenti possono accedere e produrre contenuti indipendentemente dalla loro capacità finanziaria o condizione sociale. /!\ I nuovi contenuti prodotti da guifi.net sono orientati a stimolarne di altri, o sono prodotti in funzione dell'amministrazione stessa della rete, o semplicemente nell'esercizio della libertà di aggiungere nuovi contenuti, ma non per sostuire o bloccare altri contenuti. /!\ \\ È anche neutrale verso la tecnologia; la rete può essere costruita con qualsiasi tecnologia scelta dai partecipanti e gli unici limiti /!\ sono quelli della tecnologia stessa /!\ .

2.c Guifi.net è l'insieme formato dalla rete e dagli individui, dai collettivi, dalle aziende, dalle istituzioni e amministrazioni che la supportano o che con essa collaborano in modo che la rete sia operativa e che offra connettività a tutti. Pertanto, essi agiscono da operatori di telecomunicazione.

2.d Proprietà e Partecipanti. I partecipanti sono le persone fisiche e giuridiche che contribuiscono all'infrastruttura in quanto segmenti di rete che accettanno il FONN Compact. I partecipanti mantengono la proprietà individuale dei loro contributi in un modo tale che la proprietà della rete risulti distribuita tra i partecipanti. In questo modo, i partecipanti sono gli investitori della rete. Essi sono chiamati "sponsor" e l'atto di coprire l'investimento è detto "sponsorizzazione".

2.e Forme di partecipazione a seconda della modalità di connessione alla rete:

  • Connessioni semplici. Le connessioni semplici sono quei segmenti di rete che terminano con un nodo dal quale la rete non si espande con altri segmenti soggetti alle stesse condizioni. Si tratta solitamente del punto dal quale gli utenti usufruiscono della rete libera, neutrale e aperta e dal quale connettono /!\ ad essa /!\ le loro reti private.

  • Segmenti che espandono la rete. I segmenti che espandono la rete sono quei segmenti di rete dove, al contrario delle connessioni semplici, viene previsto di avere segmenti di rete aggiuntivi sottoposti alle stesse condizioni da un lato e dall'altro.

2.f Contenuti. Quello che da un senso ad una rete di telecomunicazioni è il fatto che possa essere utilizzata per trasportare contenuti. I contenuti vengono pubblicati attraverso servizi.

2.g Servizi. Esistono molti /!\ formati /!\ di servizio nell'ambito della rete. Quello più basilare, che è inseparabile dalla rete stessa, è la connettività tra tutti i partecipanti ed è detto "servizio di comunicazioni elettroniche". Oltre a questo servizio inseparabile, esistono due differenti grandi categorie di servizi:

  • Servizi "così come sono". Sono quei servizi offerti "così come sono", vale a dire che chiunque li utilizzi lo fa assumendosi la responsabilità di farlo e non può esigere dal fornitore del servizio la soddisfazione di qualsiasi aspettativa o funzionalità. Spesso i servizi gratuiti appartengono a tale categoria.
  • Servizi /!\ garantiti [(compromiso>)] /!\ . Sono quei servizi offerti e consegnati assumendo un vincolo a effettuarne la fornitura, solitamente in cambio di un compenso, ad esempio quando viene fornita connettività ad altri provider o a Internet /!\ o vengono offerti servizi professionali dietro accordo sul livello del servizio /!\ .

Il "servizio di comunicazioni elettroniche" ha luogo attraverso gli strumenti forniti da guifi.net che sono risultanti dall'accordo di interconnessione di rete. Esso merita una chiarificazione perché può essere considerato al contempo un servizio "così com'è" e un servizio garantito. È "così com'è" perché ciascun partecipante, sebbene ne abbia la facoltà, non ha l'obbligo di garantire la disponibilità del servizio a terze parti; è un servizio garantito [(compromiso>)] perché, indipendentemente /!\ dall'accordo raggiunto tra le parti sulla disponibilità del servizio /!\ , egli assume l'obbligo di rendere possibile l'interconnessione e il passaggio di traffico non appena la connessione diventa attiva, perché nonostante egli non riceva alcuna compensazione economica, riceve connettività con il resto dei partecipanti in cambio dell'impegno [(compromiso>)] ad integrare un nuovo segmento di rete sottoposto alle stesse condizioni .

2.h Utenti. Sono coloro che godono, /!\ utilizzandola /!\ , della connettività offerta dalla rete; si tratta solitamente dei partecipanti stessi, ma i partecipanti possono aprire l'accesso a chiunque.

2.i La Fondazione Privata per la Rete Libera, Aperta e Neutrale - guifi.net ("Fundació Privada per a la Xarxa Oberta, Lliure i Neutral guifi.net”, in Catalano - d'ora innanzi denominata "la Fondazione") è una organizzazione no-profit registrata nel registro delle fondazioni del governo catalano con matricola 2550 che ha il mandato statutario di supportare guifi.net /!\ nel rispetto della sua natura genuina, della sua organizzazione e dei suoi metodi di lavoro /!\ .

3. Il FONN Compact è elaborato e revisionato attraverso un dibattito pubblico tra tutti i partecipanti alla rete.

4. Terminazione dell'accordo. Il FONN Compact può essere sospeso o /!\ terminato /!\ attraverso:

  • Volontà di un sottoscrittore. La volontà è espressa attraverso il ritiro della partecipazione /!\ negli strumenti offerti da guifi.net oppure, nel caso la partecipazione rimanga, al loro passaggio ai nuovi titolari /!\ .

  • I mezzi descritti nella sezione "Risoluzione dei Conflitti e Giurisdizione".

III Riguardo la Rete

1. Il FONN Compact è espressione dei valori fondamentali quali libertà, pari opportunità, solidarietà e fraternità che si concretizza nel diritto ad una comunicazione libera e nell'estrarre i massimi benefici possibli in accordo coi principi generali. Si dovrà sempre fare riferimento a questi valori fondamentali nel caso sorga la necessità di risolvere qualsiasi dubbio sull'interpretazione del FONN Compact.

2. La rete consente l'accesso a chiunque lo desideri, ed è il risultato dell'interconnessione di tutti i partecipanti. Se sono presenti meccanismi di controllo di accesso, essi verranno utilizzati per la corretta gestione della rete e mai per restringere le libertà protette dal FONN Compact.

3. I membri della rete aperta sono soggetti solo ai termini e alle condizioni del FONN Compact. Ogni altro vincolo [(compromiso>)] deve essere stabilito esplicitamente.

4. L'adesione alla rete può avvenire a titolo individuale o collettivo, e comporta l'accettazione dei termini e delle condizioni del FONN Compact. In qualsiasi momento un membro può rinunciare all'adesione con le modalità descritte nel punto II.4 Terminazione dell'Accordo. In caso di rinuncia il rinunciatario può ritirare i suoi beni, le sue attrezzature e l'infrastruttura di sua proprietà, indipendentemente da dove sia ubicata, fatta eccezione per i casi descritti nel punto 4 della sezione "Riguardo la Proprietà Individuale e i Partecipanti".

5. Al fine di facilitare la crescita della rete e la connettività aperta, i partecipanti assumo l'impegno a:

5.a Consentire il traffico degli altri partecipanti sul proprio segmento di rete, senza manipolarlo o ispezionarlo più di quanto sia assolutamente necessario per l'amministrazione della rete.

5.b Facilitare e prevedere come realizzare tecnicamente l'interconnessione con altri segmenti di rete contribuiti da altri partecipanti senza alcun sfruttamento commerciale o l'addebito di qualsivoglia costo, nè per l'interconnesione nè per il traffico. Le interconnessioni dei segmenti che espandono la rete si intendono gratuite poiché la compensazione è mutuale, dato che tutti ottengono connettività dagli altri. Se, al di là della gratuità di connettività e traffico, vengono applicati costi ulteriori, cioè deve essere fatto in accordo con le seguenti disposizioni:

  • 5.b.1 Specificare chiaramente la ragione per cui vengono addebbitati tali costi. Ad esempio per l'accesso a specifici contenuti, per la connessione ad altre reti come Internet, per servizi professionali, per garanzie sulla disponibilità di servizi, ecc.
  • 5.b.2. Espansioni. Al momento di realizzare l'interconnessione, /!\ e senza escludere la possibilità di altri tipi di accordo tra i partecipanti /!\ , se si rende necessaria un'espansione del punto di interconnessione tra i segmenti o la conversione da connessione semplice a segmento che estende la rete, si sottintende che il costo dovrà essere coperto totalmente dal partecipante il cui nuovo segmento viene incorporato nella rete, e da quel momento in poi la proprietà del nodo diventa condivisa secondo il livello di investimento di ciascun partecipante. Nell'eventualità in cui il partecipante iniziale voglia mantenere la proprietà senza condividerla, egli deve assumersi l'onere dell'espansione e /!\ , in qualunque caso, ha la priorità sulla scelta del modello da seguire /!\ .

  • 5.b.3 Nel caso sia necessario coprire costi importanti di infrastruttura e locazione, può essere previsto un compenso da corrispondere all'atto della connessione, con la conseguenza che la proprietà diventerà condivisa così come descritto al punto precedente, che non possono avere luogo trattamenti discriminatori tra i partecipanti e che il compenso deve essere ragionevole, orientato al costo e alla sostenibilità, e non diretto all'ottenimento di margini di sfruttamento commerciale.

6. Possono esserci altre organizzazioni che anch'esse promuovono una rete con caratteristiche simili alla rete libera, aperta e neutrale che guifi.net realizza. Le reti aperte devono essere caratterizzate dalla disponibilità all'interconnessone, in un modo che prenda in considerazione quanto stabilito al punto VII.1 "Riguardo l'Evitare la Duplicazione di Infrastruttura" e al punto IX.7 "Riguardo la Reciprocità".

7. La connessione alla rete è libera e gratuita come già affermato al punto III.5.b. I partecipanti si fanno carico dell'infrastruttura da connettere, decidendo liberamente se attraverso mezzi propri, donazioni, sponsorizzazioni, o collettivamente, o rivolgendosi a servizi professionali. L'attività economica che ne deriva, come ad esempio la richiesta di denaro in cambio della fornitura di attrezzatura, la creazione o la manutenzione dell'infrastruttura, è responsabilità della persona che la svolge, che deve chiaramente informare la persona che paga a cosa questi pagamenti si riferiscono. Quando vengono stabilite delle condizioni economiche per delle contribuzioni a queste infrastrutture, esse devono essere /!\ motivate /!\ , pubbliche e non discriminatorie.

IV Riguardo la Proprietà e i Partecipanti

1. Sebbene la rete formi un'entità globale, è costituita da risorse che sono le infrastrutture in essa integrate dai suoi partecipanti, in un modo tale che fa si che i partecipanti mantengano la proprietà di ciascuna componente infrastrutturale che essi hanno contributo; la rete, pertanto, ha molteplici detentori. La proprietà viene riconosciuta, in ordine di priorità:

  • - In maniera liberamente stabilita tra i partecipanti. - Attraverso la presentazione di documenti come fatture e simili. - Per mezzo delle informazioni fornite e pubblicate attraverso gli strumenti della rete. - Proprietà del terreno dove è ubicata l'infrastruttura

2. Al contempo, una singola componente infrastrutturale può avere svariati proprietari. In questo caso, a meno di appositi accordi tra i proprietari, la proprietà è condivisa in proporzione all'investimento fatto da ciascuno di essi rispetto al valore totale dell'infrastruttura.

3. Sebbene possano esserci livelli di partecipazione differenti per ciascun proprietario, i termini e le condizioni sono le stesse per tutti i partecipanti.

4. I proprietari sono responsabili della gestione delle loro infrastrutture in accordo con il FONN Compact.

5. Uno dei pilastri della rete aperta è che /!\ informi chi ne fa parte /!\ . I proprietari devono fornire in buona fede informazioni sulle loro contribuzioni e i loro recapiti attraverso gli strumenti della rete, essendo consapevoli che queste informazioni saranno rese pubblicamente disponibili. Essi hanno il diritto di accedere, modificare e cancellare in qualsiasi momento queste informazioni. Fornire intenzionalmente informazioni errate può portare alla sospensione del FONN Compact.

6. La proprietà è una risorsa, e come tale ha un valore, pertanto può essere trasferita tra i partecipanti attraverso cessione, vendita o qualsiasi altra forma legale di trasferimento di proprietà. Quando la proprietà viene trasferita a nuovi partecipanti, ciò implica l'accettazione del FONN Compact da parte di chi la acquisisce.

7. L'incorporamento di risorse nella rete è fondamentale per la sua crescita e sviluppo perché è la via principale per attrarre investimenti e dare sostenibilità, e pertanto è raccomandabile proteggerlo e promuoverlo. A tal fine, quando contribuiscono nuova infrastruttura i partecipanti, oltre all'ottenere connettività con il resto della rete, possono assegnarsi priorità sulla quota di banda disponibile nel loro segmenti, alla sola condizione che siano rispettate le disposizioni della sezione "A Riguardo della Gestione della Rete e del Traffic Shaping" e che tutta la banda in eccesso sia resa disponibile per il resto del traffico.

8. Nell'eventualità che un partecipante voglia concludere l'accordo FONN Compact, egli recupera tutti gli elementi infrastrutturali di sua proprietà, fatta eccezione per quelli la cui installazione ha richiesto licenze o permessi da terze parti che sono stati concessi a nome della rete e/o della Fondazione, oppure nei casi in cui la proprietà sia condivisa. In questi casi le parti possono trovare un'accordo su come risolvere la situazione in maniera soddisfacente per tutti. Nel caso di un trasferimento di proprietà, gli altri detentori hanno diritto di prelazione.

9. L'esercizio della proprietà di un'infrastruttura implica, al minimo, che mentre il segmento di rete in questione è operativo, venga fornito un servizio di comunicazioni elettroniche che consenta la connettività. Sebbene il proprietario non sia responsabile del livello di disponibilità offerto da tale servizio, ci si aspetta che egli mantenga la sua infrastruttura ad un livello di servizio ragionevole e in accordo con le sue caratteristiche, e in maniera tale da non costituire danno al funzionamento corretto della rete. Nell'eventualità di un estremo stato di abbandono del suo ruolo da parte del proprietario, il partecipante perde la proprietà, che verrà considerata orfana.

10. Nel caso di un'infrastruttura orfana, la proprietà è trasferita a chiunque voglia esercitarla. Se nessuno desidera farsene carico, essa è trasferita alla Fondazione o è considerata abbandonata, nel qual caso viene ritirata dalla rete sotto la responsabilità dell'ultimo proprietario, che provvede a disinstallarla.

11. Quando la locazione che ospita infrastruttura di rete viene resa disponibile senza compensazione, indipendentemente da chi siano i rimanenti proprietari, si presume che chi la mette a disposizione faciliterà una interconnessione più aperta possibile, in accordo con la natura dell'installazione. Se sono state stabilite limitazioni per spazio e capacità, esse devono consentire il traffico in accordo col FONN Compact, essere ragionevoli, applicare pratiche corrette, ed essere le stesse per tutti gli utenti senza alcuna discriminazione, e non devono costringere ad usufruire di servizi di qualsiasi specifico operatore, anche se co-proprietario dell'infrastruttura. Quanto previsto dal punto VI.3 della sezione "A Riguardo della Gestione della Rete e del Traffic Shaping (Qualità del Servizio)" deve ritenersi sufficiente per quegli operatori che offrono servizi garantiti.

Questa condizione è inalienabile quando coinvolge /!\ spazi pubblici /!\ gestiti da pubbliche amministrazioni perché esse hanno l'obbligo legale di garantire la non discriminazione.

Per esempio:

  • Nel caso di comunicazioni senza fili, la copertura delle antenne destinate a connessioni semplici deve consentire connessioni di utenti di altri operatori o direttamente da parte degli utenti in autonomia, senza garanzia di servizio.
  • Nel caso di cablaggi e condotture, sebbene i /!\ promotori /!\ possano predisporre connessioni punto-punto private, deve sempre esserci spazio disponibile da allocare all'infrastruttura della rete aperta.

12. L'assegnazione di spazio per antenne di radiocomunicazione è reversibile in qualunque momento a richiesta del proprietario /!\ dello spazio /!\ e non costituisce alcuna /!\ servitù /!\ .

V Riguardo al Ruolo della Fondazione Guifi.net

1. Sostenere guifi.net rispettandone al contempo la sua natura /!\ originale /!\ , la sua organizzazione e i suoi metodi di lavoro.

2. Fornire personalità giuridica a guifi.net per in ogni contesto necessario al pieno e regolare esercizio delle attività di operatore di rete, con pari diritti e doveri rispetto agli altri operatori, come ad esempio e non limitatamente a, ottenimento di licenze, occupazione di spazi pubblici e privati, rappresentanza, stipula di accordi e comunicazioni a nome di guifi.net con amministrazioni pubbliche e terze parti, o per stipulare accordi di interconnessione con altri operatori e unirsi a organismi di gestione della rete Internet. \\ Sottoscrivendo il FONN Compact i partecipanti accettano la delega di tutte queste funzioni a guifi.net e alla Fondazione, senza rinunciare al loro diritto di esercitarle loro stessi.

3. Difendere e sostenere gli interessi dei partecipanti, il buon uso del FONN Compact, e il nome di guifi.net, avendo la facoltà, quando necessario, di intraprendere azioni legali o richieste di risarcimento in quelle occasioni dove, in cattiva fede, si intende arrecare danno a guifi.net o ai suoi utenti.

VI Riguardo della Gestione della Rete e del Traffic Shaping (Qualità di Servizio)

1. La gestione della rete deve essere pubblica e aperta alla partecipazione di chiunque lo desideri.

2. Quando necessario alle necessità di gestione della rete, l'implementazione di priorità per il traffico generale segue quest'ordine:

2.a Traffico interattivo (messaggistica istantanea, audiovideoconferenze, navigazione, ecc.)

2.b Traffico massivo o differito (trasferimento file, e-mail, backup, ecc.)

3. Qualora vengano implementate delle priorità di traffico ed esse non si limitino ad una priorità per il proprio traffico (/!\ in termini di tipologia di traffico, non di quota /!\), i membri della rete devono renderle pubblicamente disponibili. Queste priorità non possono essere nè arbitrarie nè discrezionali, e non possono impedire l'utilizzo della banda in eccedenza. Deve esserci ragioni tecniche ben argomentate per implementare delle priorità di traffico.

4. Come parte delle attività di gestione della rete, nell'eventualità di un abuso del tipo descritto nel punto IX.5 della sezione "A Riguardo di Servizi, Contenuti e di Internet", il traffico o la connessione dove ha avuto origina l'abuso possono essere sospesi, con preavviso ogni qual volta sia possibile. La sospensione non implica una immediata sospensione dell'accordo FONN Compact, ma deve essere ritenuta un avvertimento. \\ Questa opzione non può essere utilizzata, in nessuna circostanza, per impedire la libera partecipazione e circolazione di servizi e contenuti descritti nel FONN Compact. \\ Se un partecipante viola ripetutamente questo punto, generando traffico inappropriato o bloccando senza motivo il traffico di altri partecipanti, genera un conflitto che deve essere risolto in accordo con la sezione "Riguardo la Risoluzione di Conflitti e la Giurisdizione" e che può portare alla sospensione dell'accordo FONN Compact con il trasgressore.

5. La disponibilità della rete non è garantita in senso globale. Nell'eventualità che un partecipante voglia auto-garantirsi determinati livelli di servizio, egli può farlo: in autonomia, acquisendo la proprietà condivisa dei segmenti di rete di suo interesse, o prendendo accordi con terze parti e/o sottoscrivendo contratti di servizi professionali fino a raggiungere il livello di servizio o disponibilità di servizio desiderati.

6. I professionisti e gli operatori che offrono servizi di connettività garantiti con determinate caratteristiche sono tenuti a informare chiaramente i loro clienti di queste caratteristiche come descritto nel punto III.7, e a fare tutto il possibile per soddisfarle, incluso, quando si renda necessario, la manutenzione e il miglioramento di segmenti che espandono la rete. Nell'eventualità di segmenti condivisi con altri operatori è necessario decidere come portare a termine queste attività di manutenzione e miglioramento. La Fondazione potrebbe regolarmentare come coprire i costi in caso di mancanza di consenso a riguardo, sempre esercitando un criterio di proporzionalità.

VII Riguardo l'Installazione Responsabile e il Rispetto dell'Ambiente

1. In qualità di rete aperta, cercheremo sempre di evitare superflue duplicazioni di infrastruttura e la coesistenza di reti aperte differenti in uno stesso spazio fisico, specialmente quando si tratta di risorse con capacità limitata o esiste un potenziale impatto ambientale.

2. L'uso /!\ in quanto bene comune /!\ dello spettro radiofrequenza non licenziato prevale sugli utilizzi privati o di sfruttamento commerciale. A governi, legislatori e enti normatori è richiesto di approvare leggi necessarie a implementare legalmente questo principio.

3. Inoltre, quando viene utilizzato lo spettro di radio-frequenza, incluse le bande licenziate e quelle che a volte non risultano coperte da disposizioni di legge a causa dell'obsolescenza causata dal rapido progresso tecnologico, esso deve essere utilizzato in modo responsabile, in accordo alle migliori pratiche e senza eccedere inutilmente nella potenza trasmissiva.

VIII Riguardo la Sicurezza e la Responsabilità

1. Gli utenti sono responsabili per la loro sicurezza e hanno il diritto di proteggere sé stessi e la loro privacy, di impedire intrusioni nei loro sistemi e di crittografare le proprie comunicazioni se lo desiderano. La rete aperta costituisce il mezzo trasmissivo appropriato per rendere possibile tutto ciò.

2. Le reti private possono essere connesse alla rete aperta e l'accesso controllato ad esse può essere implementato per mezzo di firewall. Questi segmenti sono esclusi dal FONN Compact e non costituiscono parte della rete libera, aperta e neutrale, e della loro sicurezza sono responsabili i rispettivi sponsor.

3. La rete aperta non è responsabile per qualsiasi danno arrecato ad un utente durante il suo utilizzo della rete.

4. Ogni utente è responsabile del suo utilizzo della rete, i contenuti che ad essa contribuisce e le sue azioni. In qualsiasi caso la responsabilità sarà del partecipante che fornisce accesso all'utente, non del resto dei partecipanti o di guifi.net nel suo complesso.

IX Riguardo Servizi, Contenuti e Internet

1. La rete fornisce un servizio di comunicazione elettronica disponibile al pubblico. Si ha la libertà di creare e aggiungere ogni genere di contenuto e servizio al di là di questo servizio basilare.

2. La rete è il mezzo fisico sulla quale la libera trasmissione del contenuto viene effettuata, ma non ha niente a che vedere con esso e non ne detiene la responsabilità, come già stabilito nella sezione "Riguardo la Sicurezza e la Responsabilità".

3. I detentori dei diritti d'autore dei contenuti scelgono i termini e le condizioni per il loro utilizzo. Se non esplicitamente stabilito, si sottintende che essi siano liberamente distribuibili alle stesse condizioni, come descritto dalle licenze Creative Commons (BY-SA) o GNU/FDL.

4. Nel caso dei servizi, è il loro fornitore a stabilire se il servizio è considerato //così com'è// o con /!\ garanzia di servizio /!\ . Se ciò non è specificato e il servizio è gratuito, è ritenuto implicito che si tratti di un servizio "così com'è", offerto senza garanzie.

5. Le libertà di pensiero, espressione e comunicazione devono essere rispette. Ciò non è incompatibile con il filtro di traffico malevolo generato da messaggi indesiderati o inappropriati, da contenuto illegale, atto a restringere le libertà degli altri utenti o causare loro del male.

6. La rete, in quanto neutrale, libera e aperta, ha l'inequivocabile ambizione di essere un'altra rete della grande rete di reti che è Internet. Pertanto, guifi.net desidera partecipare attivamente nelle organizzazioni che si occupano di Internet e, in quanto operatore, stabilire accordi di interconnessione con altri operatori. Ciònonostante, nella rete Internet odierna, altri operatori potrebbero essere più restrittivi e meno aperti all'interconnessione della loro rete con altre, effettuando, per esempio, uno sfruttamento commerciale dell'interconnessione e del traffico su di essa. Poiché in questi casi non è possibile applicare il principio di reciprocità, il traffico Internet verso questi operatori si considera escluso dal FONN Compact, e come tale dal punto di vista del FONN Compact deve essere considerato alla stregua di un contenuto. Pertanto, questo tipo di interconnessione è offerta ai partecipanti come qualsiasi altro servizio all'interno della rete, tipicamente con le seguenti modalità:

  • Interconnessioni fornite dai partecipanti attraverso le connessioni a Internet che essi potrebbero avere con altri operatori.
  • Interconnessioni risultati da accordi di peering con le reti di altri operatori.

Chiunque offra tali servizi stabilisce se essi siano offerti "così come sono" oppure con garanzia .

7. Principio di reciprocità. \\ Nell'eventualità di un servizio di interconnessione con un'altra rete non coperta dall'accordo FONN Compact o che sia gestita in maniera differente da altre organizzazioni, ma che in essenza segua gli stessi criteri di rete aperta, libera e neutrale, mantenendo le stesse libertà e principi generali e consenta l'interconnessione libera, si potrà instaurare con suddetta rete un riconoscimento reciproco delle stesse libertà a riguardo di libera circolazione di contenuti e servizi.

X Riguardo Risoluzione dei Confitti e Giurisdizione

1. Nell'eventualità di domande, dubbi o conflitti sull'interpretazione o sull'applicazione del FONN Compact, chiunque ha il diritto di richiedere chiarimenti al consiglio della Fondazione. \\ La richiesta deve essere formalizzata inviando una e-mail al consiglio (patronat(at)guifi.net), il cui argomento dev'essere esplicitamente menzionato nel soggetto (ad es: "Domanda/Intepretazione del FONN Compact a riguardo di...") e che deve includere nel testo una chiara e ben circostanziata descrizione dei fatti, delle argomentazioni, dei punti del FONN Compact in esame, delle proposte, ecc. Vale a dire, è necessario assicurarsi che tutto sia ben documentato e comprensibile. \\ Una volta che l'e-mail è stata notificata al Consiglio, e a seconda della sua natura, si applicherà la seguente procedura:

1.a Verrà stabilito se la problematica ha sufficiente fondamento e dunque se accettarla o archiviarla. Se viene archiviata il processo si considera concluso.

1.b Verrà stabilito se la problematica può essere risolta dalla Fondazione stesso o se verrà nominata una commissione che avrà il solo mandato di risolverla. Della commissione non potrà far parte nessun soggetto coinvolto nella problematica. Se si verificasse un tale conflitto di interessi al soggetto deve essere inibita la partecipazione alla commissione. Il gruppo incaricato di deliberare e risolvere la problematica lo farà attraverso votazione e, al fine di evitare ex aequo, il numero di membri deve essere dispari.

1.c Verrà stabilito se la documentazione fornita sia sufficiente o se debba essere aperto un periodo di consultazione pubblica per raccogliere ulteriori dati. Quando una problematica affligge terze parti tale periodo è obbligatorio, in modo da consentire a chiunque di esprimere la sua versione o opinione sulla problematica in esame.

1.d Una volta terminato il periodo di consultazione pubblica il consiglio o la commissione devono dibattere e, infine, emettere giudizio.

2. Le risoluzioni devono essere fondate sullo spirito del FONN Compact, e in caso di conflitti interpretativi o situazioni di non conformità all'accordo, /!\ fare da linea guida con la proposta di soluzioni e emendamenti relativi alla situazione che si è presentata. /!\

3. In casi estermi, l'accordo FONN Compact con un partecipante può essere annullato. Il partecipante può recuperare l'infrastruttura di sua proprietà in accordo con la sezione "Riguardo la Proprietà e i Partecipanti". Multe e indennizzi per eventuali danni non possono essere stabiliti con queste modalità. Se necessario, la loro valutazione deve essere sottoposta alle Corti competenti in materia.

4. Alle risoluzioni è concesso fare appello o, alternativamente, la problematica può essere portata all'attenzione delle corti competenti.

5.La Fondazione è stata istituita in accordo con la "Llei de Fundacions 4/2008 de Catalunya" ("Legge Catalana sulle Fondazioni 4/2008"). Nelle questioni legali e in caso di conflitto, a meno che le parti non concordino diversamente, la giurisdizione applicabile alla Fondazione e all'interpretazione del FONN Compact è la /!\ sezione preposta /!\ del tribunale competente di Barcellona, secondo la legislazione vigente in Catalogna.

XI Riguardo la Licenza di questo Documento

1. Il contenuto del FONN Compact è modificabile secondo i termini della licenza Creative Commons BY-NC-SA 3.0 o la licenza GNU/FDL.

  • L'utilizzo commerciale non è ammesso
  • La copia e la distribuzione è permessa se specificato che la provenienza è il FONN Compact

  • Le opere derivate da questo documento devono essere distribuiti con la medesima licenza dell'originale

2. Incoraggiamo tutte le altre organizzazioni che nel resto del mondo realizzano reti Aperte, Libere e Neutrali ad adottare il FONN Compact o ad adattarlo alle loro organizzazioni e metodi di lavoro, al fine di rendere possibile l'interconnessione tra le reti attraverso il principio di reciprocità.

Note

[(compromiso> Si è evitato di tradurre //compromìs// semplicemente con "compromesso", perché questa traduzione non si adatta bene a tutte le occorrenze della parola all'interno del documento. Per la definizione del termine in spagnolo si è fatto riferimento a TFD. Si è pertanto optato per la dicitura di "servizi garantiti" per indicare le occorrenze di "compromiso" che fanno riferimento al non best-effort, e "vincolo" nelle altre occorrenze.)]

[(fonn> Tradurre "FONN" avrebbe comportato l'esistenza di 3 acronomi: l'originale XOLN, la traduzione ufficiale FONN, e l'italiano RALN. Avendo scelto di mantenere "Compact", la scelta di mantenere l'acronimo inglese è conseguente. In più si aggiungono le considerazioni di una più facile enunciabilità di "FONN" rispetto alle alternative, e di una corrispondenza quasi biunivoca con l'acronimo FOSS in uso nel software libero.)]

[(compact> Il nome originale del documento recita //El Comuns de la Xarxa Oberta, Lliure i Neutral//. Non sono riuscito a trovare una traduzione soddisfacente di "comun" o "comuns", in particolare una che si avvicinasse al significato di "Compact" ("Accordo" o "Contratto") scelto come traduzione ufficiale inglese. Da qui la scelta si usare la traduzione inglese come base di partenza, che ha poi portato alla decisione di utilizzarla senza alterazioni: "il Compact" è una notazione comoda e univoca per rivolgersi a questo documento, un po' come o sono "Pico" o "PPA" per il PicoPeering Agreement.)]